Stramoka: un caffè scelto e lavorato per bene

Stramoka: un caffè scelto e lavorato per bene

Luca e Paola Finotto gestiscono dal 1991 a Treviglio la torrefazione Stramoka; Nel 1993 hanno ottenuto la licenza di bar, con l’intento di offrire degustazioni di caffè e promuoverne la cultura.

Sì, cultura: in una tazzina ci sono tante cose. Prima di tutto occorre sapere la differenza fra le due varietà di caffè: arabica vuol dire bassissimo tenore di caffeina e profumi e aromi svariati – di cacao, frutta secca, liquirizia, cioccolato, frutti di bosco, agrumi, vaniglia… La varietà robusta ha qualità inferiore, ma più caffeina, più corpo e più crema; mancano gli aromi, e vi prevale un amaro che può risultare gradevole al palato.

Poi, il caffè buono va bevuto amaro. Lo zucchero è necessario se il caffè è di bassa qualità o, essendo stato tostato male, ha aromi sgradevoli di bruciato, terra, fango, amaro eccessivo.

Stramoka segue il caffè dal luogo di origine, costruendo legami di fiducia con piccoli produttori di caffè certificati in America centrale e meridionale e in Africa equatoriale (Togo, Burundi, Kenya, Etiopia). Questi coltivatori artigianali promuovono in Africa il lavoro femminile, e in America latina la tutela e l’istruzione dei bambini.

Conta molto, poi, la tostatura. Dal 2018 Stramoka usa una tostatrice che permette di modulare finemente il calore: ogni settimana si lavorano piccole quantità di caffè (al massimo 10 kg), in modo che la tostatura sia sempre fatta da pochi giorni. Ciascuna provenienza viene tostata separatamente, perché richiede tempi e temperature diversi, affinati con l’esperienza; alcune origini possono, dopo la tostatura, essere unite in miscele. Il caffè tostato deve riposare 48 ore, poi può essere insacchettato e venduto.

Da qualche anno Stramoka propone anche specialty coffee di piccolissimi lotti. Uno specialty coffee deve aver ottenuto almeno 85 punti su 100, suddivisi in dieci indicatori: aroma, acidità, sapore, retrogusto, corpo, bilanciamento, dolcezza, uniformità della crema, pulizia della tazza, giudizio complessivo. Un caffè che vale il suo costo.

Gustando le miscele offerte da Stramoka i gasisti e le gasiste non solo cominceranno la giornata con un buon sapore in bocca, ma aiuteranno due torrefattori artigiani, esperti e attenti.

È aperto un ordine di prova: preparate la moka!

Narno Pinotti

Narno Pinotti

Narno Pinotti

Un pensiero su “Stramoka: un caffè scelto e lavorato per bene

  1. Ai gasisti e alle gasiste che hanno acquistato il caffè Stramoka: vi ho inviato per email un sondaggio di Google per sapere che cosa ne pensate delle diverse varietà di caffè. È anonimo e molto semplice da compilare. Potete rispondere? Così sapremo e faremo sapere agli altri gasisti se vale la pena rinnovare un ordine da Stramoka.
    Grazie

Lascia un commento